Motorsport

Tre decimi dalla vittoria con un finale rocambolesco per Scandola-D'Amore nella 1° tappa del Rally Roma Capitale.
Tre decimi dalla vittoria con un finale rocambolesco per Scandola-D'Amore nella 1° tappa del Rally Roma Capitale.

Tre decimi dalla vittoria con un finale rocambolesco per Scandola-D'Amore nella 1° tappa del Rally Roma Capitale.

16. 9. 2017

La prima giornata del Rally Roma Capitale si conclude con un amaro colpo di scena

  • Il pilota di ŠKODA Italia Motorsport chiude secondo dopo una lotta sul filo dei decimi.
  • Annullata l'ultima prova speciale quando Scandola occupava la prima posizione.
  • Domenica 17 settembre la seconda tappa per puntare alla vittoria assoluta.

La prima giornata del Rally Roma Capitale si conclude con un amaro colpo di scena. A una prova dal termine Scandola-D'Amore passano al comando della gara vincendo la prova di Colle San Magno. L'ultimo tratto cronometrato viene annullato a causa di un concorrente che intralcia la strada e in ŠKODA Italia Motorsport si comincia a festeggiare. Poco dopo arriva però la correzione di un tempo precedente e il Pilota veronese viene retrocesso al secondo posto per soli 3 decimi dal primo, senza poter cercare di recuperare.

È stata una gara molto tirata, combattuta in prova speciale e fuori. Il sesto appuntamento del Campionato Italiano Rally si chiude con un secondo posto con un epilogo che lascia l'amaro in bocca. Per tutta la giornata Scandola-D'Amore hanno lottato per la vittoria e proprio nella penultima prova, quando ormai era diventato buio e cominciava a piovere, conquistavano un ottimo tempo sulla prova di Colle San Magno che gli permetteva di passare al comando con 1”7 di vantaggio sul secondo. Pronti per la sfida sull'ultima prova speciale arrivava l'annullamento da parte della Direzione Gara, a causa di un concorrente del Campionato Europeo che bloccava la strada. La vittoria per la ŠKODA Fabia ufficiale era ormai archiviata quando arriva una correzione dal servizio ufficiale dei cronometristi che rettificava un precedente tempo assegnato. Il risultato finale cambiava dunque repentinamente penalizzando Umberto con una retrocessione al secondo posto a soli 3 decimi dalla vittoria.

“Sono molto dispiaciuto”, racconta dopo una lunga giornata di gara Umberto Scandola. “È stata una giornata difficile e molto combattuta ma siamo sempre riusciti a tenere tutto sotto controllo. Abbiamo controllato quando le condizioni erano difficili e abbiamo attaccato quando eravamo sicuri di poter far bene. Con questa gestione siamo ritornati al comando della gara a pochi km dalla fine. L'annullamento dell'ultima prova sembrava poterci favorire ma in realtà a bocce ferme non è stato così. Solo nel trasferimento verso il parco assistenza abbiamo saputo che erano cambiati dei tempi e siamo scivolati per soli 3 decimi in seconda posizione. Peccato la nostra Fabia era perfetta e anche la scelta degli pneumatici ideale. Potevamo allungare ma non è stato possibile. Cercheremo di rifarci domani”.

Domani per Scandola-D'Amore ci sarà la possibilità di puntare a gara 2 per continuare la rincorsa al titolo. La seconda tappa di domenica 17/09 parte da Fiuggi alle ore 07.00 e a seguire 3 prove speciali da ripetere due volte per un totale di 106 km cronometrati. L'arrivo è previsto alle ore 17.15 (prima vettura) al Lido di Ostia (RM).